The Space Tears Of A Dog

[2020 – 52x52x3]

 

E poi un giorno decidi di provare a rappresentare un cane.
E così inizi a comporre il corpo e decidi di aggiungerci le ali, perché comunque di fare delle cose normali non mi piace proprio.
Poi ci metti dei razzi sullo sfondo e diventa un cane spaziale!
Forse Laika, che si credette tornata viva e invece era già morta dopo poco.
Forse Belka o Strelka, i primi a tornare vivi dopo un viaggio nello spazio.
Sta di fatto che sono scaturite anche le lacrime, perché un po’ di tristezza queste storie la lasciano.
Ma è anche vero che sono colorate, perché la speranza comunque c’è.
Stiamo sì coi piedi per terra, ma non smettiamo mai di guardare cielo

Tecnica: collage con plastica riciclata legata con filo di rame



https://www.facebook.com/Mondoscara-597868493562714/?fb_dtsg_ag=AdyIP0brEYq0CeTBQ74jBDpz1Tcd1G9m-wxVRdweMMGgRQAdwftZkCLL7C1zAKRYn6q0gURIq3kyEI-_WSL4jStRz4fQ
https://www.instagram.com/___mondoscara___/